Ulysse Nardin offre un'estensione di garanzia di 5 anni su tutti gli orologi appena acquistati.

ESTENDI LA TUA GARANZIA. Chiudere

PLASTIC ODYSSEY

Rainbow Collection

ULYSSE NARDIN ANONCIA LA PARTNERSHIP CON PLASTIC ODYSSEE, IN UNA MISSIONE LUNGA TRE ANNI PER RIDURRE L'INQUINAMENTO DA PLASTICA NEI NOSTRI MARI.

La nave di Plastic Odyssey, che partirà dal porto di Marsiglia il 1° Ottobre 2022 per compiere un viaggio di tre anni, percorrerà 40.000 miglia e attraccherà nei 30 paesi più colpiti dall’inquinamento da plastica. Plastic Odyssey inizierà la sua missione nelle città costiere del Mediterraneo prima di salpare per l’Africa occidentale, l’America Latina, l’Asia e, infine, l’Africa orientale.

“Sebbene oggi esistano sistemi specifici per il riciclaggio della plastica, solo pochi produttori hanno accesso alle conoscenze necessarie e le soluzioni non sono ampiamente disponibili o molto convenienti. La sfida di Plastic Ocean è quella di identificare innovazioni semplici e accessibili che possano essere introdotte, migliorate e rese disponibili gratuitamente a quante più persone possibile.” dichiara Simon Bernard, CEO di Plastic Odyssey.

“Plastic Odyssey ha esaminato e sbloccato i problemi relativi all'inquinamento da plastica nel nostro Oceano. Il loro desiderio di condividere liberamente le loro invenzioni e conoscenze con il mondo intero è prova di una grande generosità e di un desiderio genuino di proteggere il nostro pianeta.” , afferma Patrick Pruniaux, Chairman & Chief Executive Officer di Ulysse Nardin.

“Ripulire il passato incoraggiando il riutilizzo della plastica esistente e “costruire il futuro” riducendo la produzione di rifiuti” – è la missione di Simon Bernard, CEO di Plastic Odyssey.

Sulla terraferma

Questo lungo viaggio intorno al mondo sarà presidiato da un equipaggio completo: sette membri del personale di coperta, sette esperti tecnici e scientifici, tre giornalisti e due ospiti esterni si imbarcheranno insieme nell’avventura della Plastic Ocean. In ciascuna delle 30 tappe l’equipaggio intraprenderà azioni concrete per tre settimane al fine di avviare iniziative specifiche.

Grazie al Plastic Odyssey Village, un villaggio itinerante pensato per informare e sensibilizzare sul tema - questi guardiani dell’Oceano incontreranno le popolazioni per allertarle sui pericoli dell’inquinamento plastico e presentare soluzioni alternative
Inoltre, attraverso il confronto con le popolazioni locali, Plastic Odyssey lancerà il primo studio globale di scienze sociali per comprendere le abitudini e i comportamenti delle diverse nazioni riguardo all'uso della plastica, che favorirà lo sviluppo di conoscenze volte a preparare le comunità scientifiche e politiche

plastic_pollution
the_boat

A bordo

La nave Plastic Odyssey è stata divisa in due parti. L’area anteriore – la zona plastic-free - è dedicata all’esposizione di soluzioni alternative alla plastica mentre la parte posteriore dell’imbarcazione è riservata al laboratorio di riciclaggio. Una delle missioni principali di questo laboratorio sarà accogliere una dozzina di figure di aziende locali per formarle su come allestire un centro di riciclaggio della plastica utilizzando le macchine a bordo e i rifiuti di plastica raccolti sulla terraferma.
Per combattere l'inquinamento da plastica in queste regioni nel lungo periodo, Plastic Odyssey fornirà agli imprenditori un container contenente un micro- stabilimento pronto all'uso che consentirà loro di riciclare più di una tonnellata di plastica all'anno e di sviluppare un centro di riciclaggio locale. Pertanto, questo modello ha il vantaggio di essere attuabile, sostenibile e al contempo di creare nuove posti di lavoro.
Infine, ma non meno importante, Plastic Odyssey sarà in grado di convertire i rifiuti non riciclabili in carburante per il loro viaggio intorno al mondo mediante pirolisi. Si tratta di un processo attraverso il quale la plastica viene riscaldata senza ossigeno per scomporre le molecole polimeriche lunghe (solide) e trasformarle in molecole più leggere (liquidi, quindi gas). Un chilogrammo di plastica può fornire fino a un litro di carburante per un motore diesel

PLASTIC ODYSSEY : IL SOGNO DI UN "INVENTORE"

« Durante uno scalo a Dakar nel 2016, rimasi colpito sia dall’inquinamento da plastica nelle città sia dalla prevalenza di attività di recupero. Pensai tra me e me che se le tecnologie di riciclaggio della plastica attualmente disponibili solo per pochi specialisti fossero state fruibili a livello più ampio, non solo l’inquinamento sarebbe scomparso, ma nel processo si sarebbero creati centinaia di nuovi posti di lavoro. »
Simon Bernard, Chief Executive Officer

Simon Bernard, ufficiale della marina mercantile e cofondatore di Plastic Odyssey, è stato appassionato di cause ambientali sin dalla tenera età e ha sempre desiderato diventare un «inventore». Appena tornato da Dakar, Simon si è ricordato di tutti i modi ingegnosi della città per riciclare le lattine di alluminio, ma presto si è reso conto che la lavorazione della plastica era inesistente.

Poco dopo, nel 2017, è nato il progetto Plastic Odyssey che ha visto la costruzione del primo prototipo di imbarcazione denominata Ulysse, che incorporava un pirolizzatore per convertire i rifiuti di plastica in carburante. La costruzione della nave Plastic Odyssey lunga 40 metri, è iniziata nel 2020 per prendere il largo definitivamente il 1 ottobre 2022.

Simon Bernard
Siamo spiacenti, si è verificato un errore durante la generazione di questo contenuto.
WeChatDesktop WeChatMobile